Eternamente innamorati e il giorno dopo sconosciuti

Eternamente innamorati — cantava la Vanoni con  Lavezzi – e il giorno dopo sconosciuti – si perché pare che la prerogativa di alcuni amori sia l’instabilità. Amori per non dire persone. Ci sono uomini, ma anche donne, che fanno dell’instabilità la loro crociata. E così si continua a soffrire per amore e scrivere canzoni, poesie e racconti. Non dico di arrivare a chi per amore di una donna ha prodotto – La divina Commedia – allietando studenti di tutte le generazioni, ma sicuramente il mal d’amore aiuta gli artisti. Finché la storia funziona tutto tace, appena iniziano   le crisi si incomincia a cantare. Quanto ti amo – e domani non so chi sei – è la caratteristica delle migliori scene da un amore. Come in un film di Troisi – pensavo fosse amore e invece era un calesse – la dice lunga sui cambi di opinioni, Quante donne dimenticate che passano le ore a martellare l’amica di turno, pensando a cosa mai avrà fatto scatenare la fuga. In realtà non c’è un motivo particolare, c’è che il Mennea di turno non amava come diceva. Bene, se vi capita questo, soffrite pure un pochino ma poi, rimanendo in ambito musicale, fate come la Goggi e cantate – sarà più grande il mio prossimo amore –

 

Ci vuole un fisico bestiale

E’  proprio questione di fisico … Ci vuole un fisico bestiale per resistere agli scherzetti della vita. Ci vuole un fisico bestiale per decidere di rincorrere un sogno. Facile lasciarsi vivere il difficile è dominare la vita sfidando il fato. Volere una cosa a tutti i costi ed andarsela a prendere, questo è il bello della vita. Altro che palestra, altro che muscoli …. È ben oltre. Anni di duro lavoro, ma che fisico bestiale mi sono fatta. A volte mi chiedono – ma succedono tutte a te ? – Forse! Ma chi mi ferma ? – Ho sempre qualche sogno nascosto che mi chiama e io attraverso oceani, deserti e foreste per raggiungerlo. Se però lungo il cammino ci fossero meno persone che rompono a volte sarebbe più facile. Sì perché la gente rompe a prescindere, per il gusto di farlo. Ma a me non mi ferma nessuno. In effetti la sera a volte crollo ma il giorno dopo risalgo sul mio destriero bianco e rincomincio a rincorrere i miei sogni, perché non c’è niente di più bello che ottenere quello per cui si ha lottato. Non disperate anche se il percorso sarà tortuoso, il premio finale vi farà dimenticare la fatica fatta.

Le pulizie di Pasqua

Basta pensare a cosa non è stato o cosa poteva essere o cosa non sarà più. Buttate il passato con annessi e connessi e aprite lo spazio al nuovo. Non avete del nuovo? Fate spazio lo stesso, se stipate l’armadio di ricordi il nuovo non avrà spazio. Io insieme ai ricordi buttai un sacco di scarpe e così ebbi lo spazio per altre più belle. Si, non abbiate paura, il nuovo e’ sempre più bello , porta ventate di allegria e voglia di fare. Svuotate, svuotate e svuotate … Spazio alle novità. Attendere una cosa bella è meglio che crogiolarsi su un triste passato. Bene incominciate le pulizie di Pasqua e non smettete finché non avete buttato tutto, anche i ricordi che logorano. Il sole splende, gli uccellini cantano e voi dovete correre felici nei prati fioriti…. E mi raccomando, per quel che mi riguarda non nominatemi F , potrei chiedervi – F chi ? – e non chiamatemi Maria

 

Il lamento del frigorifero

Ci sono donne che amano cucinare, ci sono donne che comunque cucinano e poi ci sono io che faccio piangere il frigorifero. Quando lo apri ti accorgi che i tempi di cucina gioiosa di mamma Schiratti sono finiti. Non è che il mio frigorifero è completamente vuoto ma diciamo che ci sono più cose per i pelosi che per i comuni mortali. Il Frizer invece, quello no e’ ben rifornito e sponsorizzato dalla Findus. Sono la maga dello scongelamento  e del fornetto a microonde. Che dire, una chef stellata dei giorni nostri. Però i pelosi quelli si sono trattati con i fiocchi, quindi non si dica che non ho il culto dell’ospitalità. Vero e’ che qualcosa di buono lo saprei anche fare, ma poi cosa faccio? Mi mangio una teglia di lasagne da sola. Due sofficini con una manciata di patatine ed ho risolto il problema. Speriamo che gli uomini dei nostri giorni non amino farsi prendere per la gola, altrimenti mi vedrò costretta a portarli al ristorante ….

Prossimo Step: Isola dei famosi

Mediaset mi ha contattato per andare a dirigere i lavori di realizzazione delle capanne dei naufraghi sull’isola dei famosi. Abbiamo pattuito che però rimarrò nell’ombra per non farmi vedere in costume da bagno dal pubblico italiano. Potrei perdere credibilità nei miei cantieri in Italia. Quindi dovrò stare due mesi sull’isola per far costruire le varie capanne che dovranno realizzare nei vari spostamenti. Dopo il corso che feci – capanne e capannine – nel mio soggiorno in Costa Rica, sono considerata l’architetto numero uno per questa specializzazione. Visto il lavoro proposto non ho potuto rifiutare, due mesi al caldo con un mare incontaminato non è facile trovarlo. Vero e’ che anche Venezia e’ sul mare, ma l’acqua dei canali non è come quella in Honduras. Non disperate, continuerò a scrivere il blog e vi terrò aggiornati sullo stato avanzamento lavori. Lo so, cosa ci volete fare, le fortune capitano tutte agli stessi …

Lasciati stupire

Indossa un cappello di paglia dalle larghe tese e lasciati stupire da quello che la vita ti propone. Non farti aspettative, non ipotizzare nulla … Corri in contro al tuo destino respirando tutti gli odori. Accetta le cose brutte e godi quelle belle … Sorridi, sorridi sempre. L’energia di un sorriso e’ forza e questa ti aiuterà.

Innamorarsi a Venezia

Essere romantici una volta nella vita lo devi fare a Venezia. Venezia la città dell’amore, la città del Casanova , il più grande amatore di tutti i tempi. Lui le amava tutte e dopo averle amate le sistemava in modo che non soffrissero senza di lui. E così Venezia divento’ la città dell’amore. Se ti piace una persona invitala a Venezia e portala lungo le calli per respirare tutta la magia dell’amore. Baciala. Baciala in ogni campo e su ogni ponte, baciala in continuazione e stringila forte. Solo a Venezia succedono miracoli, miracoli d’amore. Sarà il riflesso dell’acqua, sarà la luce ma è come vivere una favola. E se vuoi che la favola continui, passa in gondola sotto il ponte dei sospiri all’imbrunire e bacia la persona che ami, tradizione vuole che non vi lascerete più ❤️