Se perdi il Gatto con gli Stivali

Se una volta nella vita hai avuto la fortuna di imbatterti nel Gatto con gli Stivali sei fritta, non potrai più dimenticarlo. Una sorta di Casanova peloso che ti avvolge con il suo modo di fare e ti conquista al primo sguardo. Nasce subito un intesa tra te e quell’essere miagolante. Come è dolce il suono dei suoi miagolii, come è morbido il tocco delle sue zampette, come fossero di velluto. Un sogno il vostro rapporto, un intesa da regno di Camelot. Una storia d’amore tra umani e pelosi che in pochi possono avere la fortuna di provare con quella intensità. Finché un giorno, e quel giorno arriva sempre purtroppo, il Gatto con gli Stivali si dilegua e tu non sai il motivo. Lo cerchi disperatamente anche tra le intemperie e nelle notti più buie ma di lui nessuna traccia. Ti rimane solo il ricordo, e quello non potrà levartelo nessuno,  dei momenti magici passati e di quel tocco con le zampette di velluto.

O dentro o fuori, sulla porta blocchi il passaggio

Tutta questa indecisione ha stancato, o dentro o fuori, sulla porta bloccate il passaggio. Basta un piede di qua e uno di la, un bel saltino, e decidete cosa volete dalla vita. Vero, ogni scelta comporta una rinuncia, ma così non vi accorgete che rinunciare a tutto? Non vivete ne al di qua nel al di là, vi lasciate vivere in balia degli eventi. È ora di prendere la vita in mano e capire da che parte stare. Non tutti sono pronti ad aspettare le vostre decisioni, non tutti vogliono che sia un altro a decidere per loro. Fate questo passo, o dentro o fuori, sulla porta bloccate il passaggio e la vita altrui. Vogliamo persone con le palle, vogliamo persone che vivano a pieno. Vogliamo sapere cosa volete per comportarci di conseguenza. Occhio perche’ stamattina chiuderò la porta e se siete in mezzo rischiate di prenderla sul muso….

Lasciare andare chi non c’è mai stato

Regola numero 1: non dare spazio a chi non se lo vuole prendere – Vero a volte si viene illusi di essere importanti per delle persone che nel giro di breve sublimano, cioè passano dallo stato solido a quello gassoso, senza liquefarsi, ed evaporano al sole non lasciando più traccia. Queste persone vanno lasciate andare perché non vale la pena tenerle. Non puoi trattenere chi non c’è mai stato. Chi vuole stare si incatena ai tuoi piedi e nemmeno un terremoto lo distoglierebbe dal starti vicino. Il resto è aria fritta

Non esiste curva dove non si possa sorpassare

Ayrton la sapeva lunga sul vivere alla grande – non esiste curva dove non si possa sorpassare – da oggi sarà il mio motto di vita.  Ogni cosa è fattibile volendo, volendo per lo meno puoi provare a farla. Non fermarti davanti ad un No, io per esempio mi fermo solo davanti ai paletti dei parcheggi e a volte nemmeno davanti a quelli. Procedi e sotpassa, sorpassa i tuoi ostacoli e guardali dallo specchietto retrovisore. La gioa di un sorpasso ad un ostacolo superato ti da positività. Sorpassa tutto quello che ti intralcia il cammino e corri verso il tuo destino. Non puoi stare incolonnato hai una vita che ti aspetta da vivere a 200 Km/ora. Ingrana la marcia e sorpassa, anche in curva, fosse necessario. Nulla ti può fermare, nulla ti deve fermare. Ricordati che se una cosa la vuoi veramente potresti ottenerla, non dovessi riuscirci, hai comunque superato tutti gli ostacoli e anche in curva servisse.

A volte la fuga e’ l’unica alternativa possibile

Quando sentì che gli sforzi che fai non sono apprezzati – fuggi – a volte la fuga e l’unica alternativa che ti rimane. Leva il tacco 12 e scappa lontano da chi non ti apprezza.  Non elemosinare attenzioni, non combattere inutilmente allo sfinimento, volta i tacchi, levali e inizia a correre. Fai mangiare la polvere a chi non ti apprezza e lascia un alone di mistero. Uscire alla grande di scena, prima che ti chiudano il sipario in faccia. Mai trascinare cose che non ti rendono felice, scappa e scappa ancora, il vento tra i capelli ti schiarirà le idee. Tutti hanno bisogno di una manciata di felicità, scappa dalle cose tristi e inizia a correre, solo allora capirai dove fermarti. Fermati dove sarai apprezzata, amata e coccolata, non un attimo prima. Devi volere il meglio e il meglio va cercato. Corri corri più del vento, cantava la Vanoni, e tu corri più del vento  verso l’amore vero

I migliori inizi capitano dopo i peggiori finali

Quando pensi che la vita ti abbia bastonato al punto di non respirare più succede sempre qualcosa che ti fa alzare il capo. Una sorta di salvagente che ti arriva proprio quando l’acqua è alla gola.  Ti accorgi che quel pensiero struggente che ti riempiva le giornate viene distratto da questo nuova esperienza che arriva proprio quando non ce la fai più . Ricordati, i migliori inizi incominciano dopo i peggiori finali. La vita scorre e scorrono le cose che ti capitano, bisogna saperle cogliere anche se ti sembra di non voler altro che crogiolarti nel tuo dolore. C’è sempre un domani anche nel buio più pesto. Buttati e vivi quello che ti capita perché quando meno te lo aspetti il tuo dolore diventerà meno soffocante e inizierai a respirare quello di nuovo che ti sta capitando. Un inizio e’ sempre speranza, è sempre gioia, non tenere la testa bassa, alza lo sguardo e scruta l’orizzonte … Il tuo nuovo inizio è dietro l’angolo