Ci mancava il CoronaVirus

In una società dove il virtuale regna sovrano ci mancava il CoronaVirus. Già la gente felicemente pigiamata aveva contatti, spesso, solo tramite pc, evitando lo sforzo di prepararsi ed uscire, ora con il virus dal nome di un noto filibustiere amato dal genere femminile, ha pure la giustificazione. Locali chiusi, palestre chiuse, bar deserti… tra un po’ socializzeranno de visu solo gli evasori fiscali perché l’Agenzia delle Entrate non chiude mai. Che dire, siamo entrati in uno stadio di antiaggregazione nefasto per la nostra vita sociale. Se continua così Meetic avrà una crescita esponenziale contro il crollo degli apericena. Vedrete che poi ci sarà qualcuno che farà la sua fortuna … me lo vedo il cingalese che al ristorante anziché le rose tenterà di venderti la mascherina. La situazione e’ seria, oltre che per le nostra salute anche per la nostra vita mondana. Dovevo andare alla Scala a Milano e me l’hanno chiusa, nemmeno uno ci andasse tutti i we da poter dire – sarà per sabato prossimo – Ero disposta a presentarmi vestita tipo Ris ma non me ne hanno dato il modo. Una cosa di positivo c’è in tutto questo: i nostri pelosi non sono contagiosi e quindi con loro potremmo continuare a dialogare dal vivo 😻

Un commento su “Ci mancava il CoronaVirus”

Rispondi