Le donne innamorate non corrisposte

Le donne innamorate non corrisposte mandano messaggi subliminali tramite social e non direttamente alla persona dei loro desideri. Quando vedi che in una bacheca di una donna appaiono post solo sull’amore, solo sulla carenza di coccole, solo sul bisogno di affetto, non sta scrivendo all’universo, sta scrivendo ad un uomo ben preciso. Peccato che quell’uomo probabilmente non coglie, perché gli uomini queste cose non le colgono. Con gli uomini bisogna essere dirette, post del tipo – vorrei un abbraccio – non arrivano da nessuna parte. Quando una donna posta le sue carenze troverà solo commenti di altre donne carenti come lei. Dopo anni che scrivo sugli uomini mi permetto di dare un dollyconsiglio : non scrivete al mondo la voglia di tenerezza, scrivetela all’interessato, magari reagisce bene e si sveglia. Dovesse non cogliere ancora vuol dire che non lo vuole fare e quindi … cambiate soggetto. Non abbiamo più 16 anni per soffrire anni per amori impossibili ( vedi Adriano Panatta nella mia adolescenza ). Donne sveglia, come nel titolo di un film, se un uomo non vi chiama non è perché ha battuto la testa ed ha una amnesia, se non vi chiama e’ perché non lo vuole fare.

Io che vivo in apprensione

Dovendo stare tutto il giorno fuori di casa la mia unica preoccupazione e’ il pensiero che Matisse e Moshe si sentano abbandonati. Vivo in apprensione pensando a cosa possono pensare. La sera, appena rientro, mi precipito con cappotto in cucina a vedere se sono presenti per la pappa. Moshe di solito si … di Matisse nemmeno l’ombra. Così esco in giardino e incomincio ad urlare – Pappa pappa – nella speranza che il peloso arrivi affamato. Meno male che i vicini conoscono le mie doti culinarie e non si precipitano con la schiscetta a chiedermi la pappa, ricordo che il signor Findus mi manda il panettone a Natele come migliore consumatrice. Tornando ai pelosi finché anche Matisse non risponde all’appello non mi do pace. Che dire, avere un peloso e’ meraviglioso ma quanti pensieri. Vero e’ che andare a nanna ed averli abbracciati a letto e’ la cosa più bella del mondo … fino alle 3.30 ora in cui Moshe si sveglia e inizia a pettinarmi …

Nessun umano mi ha mai aspettato dietro la porta

Non dico che Matisse e Moshe passino la loro giornata ad attendermi dietro la porta, ma quando rientro la sera e apro la porta di casa li trovo sul tappeto d’ingresso che mi aspettano. Non per fare sempre differenze, ma nessun umano mi ha mai aspettato sul tappeto d’ingresso. Voglio così pensare che gli sono mancata e non vedevano l’ora di rivedermi. Vero anche che appena entrata, non levo nemmeno il cappotto e corro in cucina ad aprire scatolette ma questa è la ricompensa di si tanta fedeltà. In effetti non è solo questione di pappa perché Matisse vuole essere preso in braccio e Moshe mi si struscia sulle gambe come dire – ci sei mancata – E’ anche da dire – meno male che il mio fidanzato di 192 cm non mi chiede, quando mi rivede dopo ore di assenza, di essere preso in braccio ma è anche vero che non da’ grandi segnali di solitudine patita. Lo so, faccio sempre paragoni di pelosi Vs umani e, chissa’ come mai, e’ sempre uno a zero per i pelosi. Morale: fidanzatevi, accoppiatevi, sposatevi ma ricordatevi che tutto può finire ma l’unico che vi giurerà amore eterno, mantenendo la promessa, sarà il vostro Peloso.

Dai pelosi accetto tutto

La mia tolleranza alle azioni dei pelosi non e’ paragonabile alla mia tolleranza alle azioni degli umani. Penso che i pelosi non abbiano mai colpa e li giustifico su tutto. Con gli umani faccio più fatica perché raramente credo nella buona fede. Un peloso se entra a far parte della mia vita, pestifero o no che sia, ne farà parte finché morte non ci separi. Lo stesso trattamento non lo riserbo agli umani, infatti negli anni, mi sono separata da persone vivissime. Perché ? Vi chiederete voi. Perché i pelosi anche se fanno danni e’ sempre finalizzato a dimostrarvi affetto, gli umani se fanno danni, li fanno spesso per ferire, per distrazione, o peggio ancora, perché non vi considerano proprio. Guarda caso si parla sempre di fedeltà pelose e non di fedeltà umane. Quindi, se volete essere perdonati da me, dovete rinascere pelosi altrimenti rischiate di perdere mie notizie.

Ps. La foto ritirae Matisse, tutt’ora mio amore, e Bizet che è rimasto nel mio cuore ❤️

Io che non credo nelle corna

Io non credo nelle corna, non perché non esistano, anzi, perché non trovo la loro utilità. Le corna fanno parte del mondo di persone codarde. Se uno fosse coraggioso si libererebbe delle situazioni diventate scomode per vivere una nuova vita senza ferire. Comodo il piede in due scarpe nell’attesa di una decisione che forse non arriverà mai. Un’amica di mamma Schiratti fece l’amante per più di 40 anni, la moglie sapeva di lei ma non mollava il fedifrago, e il fedifrago non mollava nessuna delle due – Il triangolo no, non l’avevo considerato – cantava Renato Zero, purtroppo in tanti, più di considerarlo lo vivono. Fare l’altra o l’altro significa essere sempre soli nelle feste comandate. Una lei potrebbe accontentarsi guardando un 6 carati, ma quanti amanti regalano i migliori amici delle donne alla propria amante? Io le corna le portai per due/tre giorni a mia insaputa, appena sentii il peso sulla testa e la fatica a passare sotto le porte diedi il benservito. La cosa ironica fu che a distanza di poco, la lei ( il mio corno ) subì la stessa sorte. Purtroppo cari amici, se decidete di fare il corno e magari da secondi diventate primi rischiate ahimè di subire la stessa sorte. Quindi, io non credo nelle corna a ragion veduta ….

Le persone hanno sempre bisogno di un alibi

Le persone devono sempre crearsi un alibi. Non parlo di quelli alla Arsenio Lupin che rubando i gioielli della corona devono averlo per forza, parlo delle persone normali che non vogliono ammettere di aver fatto una caxxata. Si, perché la gente non vuole ammettere. Ci vuole sempre un alibi per non avere la colpa. In una società di vincenti il perdente vuole l’alibi. Io che me ne fotto dico – e’ colpa mia – ma in quanto Dolly non perdo valore. I comuni mortali invece, accusano sempre qualcun altro soprattutto nella fine di storie amorose. Uomini plagiati lascerebbero la più bella del reame a causa del plagio. Ma la più bella del reame non si pone il problema che potrebbe essere una zecca pazzesca e quella sarebbe la vera causa? Insomma, gli esami di coscienza non si usano più, meglio un buon alibi per farsi compatire meglio. Io l’unico alibi lo cercherò quando sarò riuscita a rubare il Koh I Noor, perché si sa … i diamanti sono i migliori amici delle donne 😎

Gli uomini (forse) sono un valore aggiunto

Gli uomini in realtà non fanno parte della vostra vita possono però, a volte (forse) essere valore aggiunto. Donne sole disperate ricordatevi che se anche vi accasaste sareste spesso comunque sole. Perché? Perché gli uomini hanno una vita propria piena di impegni e voi potete esserci solo quando va bene a loro. Per questo, spesso, quando avete bisogno di loro, loro non hanno tempo e quindi voi dovete vedervela da sole come se foste sole. Chiedete un favore non programmato, magari in un giorno non dedicato a voi, provate … provate… e la delusione sara’ dietro l’angolo. Consiglio: lasciate perdere, se il giorno che voi avete bisogno hanno il loro allenamento sportivo, per esempio, non preoccupatevi, o spostate voi il giorno del bisogno o vi dovete arrangiare. Per questo, care signore, se siete sole non disperatevi perché comunque una donna deve avere la sua vita in piena autonomia sia che sia single o accoppiata. Vero e’, che quando ci sono, danno (si spera) valore aggiunto alla vostra vita ma succederà solo a loro uso e consumo.

Quando una storia e’ finita … e’ finita

Quando una storia e’ finita e’ finita. Quando una storia e’ finita e’ perche’ doveva finire. Insomma smettetela di fare l’Ispettore Derrich per capire che fine ha fatto il vostro amore o con chi se la spassa ora. Un tempo le storie finivano e raramente ti ritrovavi – cerca di evitare tutti i posti che frequento e che frequenti anche tu – cantava Battisti. Bastava stare alla larga e non ti rivedevi piu’. Ora, con tutti questi social, in due minuti vedi con chi sei stato sostituito. Si, perché la gente si molla ma non si cancella da FB, anzi mette gli “allert”, quegli avvisi per sapere in tempo reale cosa posta l’ex. Male, malissimo, quando una storia e’ finita dovete depennare tutto e rimanere all’oscuro degli sviluppi di vita altrui. L’altra o l’altro sarà sempre peggio, dal vostro punto di vista, e i travasi di bile potrebbero raggiungere un limite pericoloso. Tutto questo masochismo non lo capisco … lasciate stare, non ingrandite le foto pubblicate alla ricerca di dettagli che potrebbero risultare pugnalate. Se proprio dovete, sedetevi sulla riva del fiume, che se vi va bene, all’altra potrebbe capitare la vostra stessa sorte 😜

Sono Social

In un periodo in cui io mi sto cercando ma gli altri sanno di me più di me, mi sento spesso dire – si perché tu sei Social – il fatto di essere identificata così non mi dispiacerebbe se non ci fosse una smorfia quando me lo dicono. Ragazzi non ho una malattia infettiva e quindi non sono contagiosa. Chi non conosce il mondo Social, per l’appunto, ne parla come se si sentisse un puro rispetto a te, alla pari di – io non fumo, io non bevo -. Premesso che con moderazione si può fare tutto, un ape in compagnia non ha portato al patibolo nessuno, perché se non scrivete su FB vi sentite migliori di me? Sarò Social ma simpatica, sarò Social ma non faccio male a nessuno. Voi non sarete Social ma non vi daranno nessuna laurea ad Honorem perché, mi dispiace per voi, non si misura così il vostro valore e tanto meno la vostra intelligenza. Quindi, sapete cosa vi dico, continuerò ad essere Social nonostante il vostro giudizio negativo perché i Dollypensiero servono per far sorridere e prendere con leggerezza la vita …. com’era ? Voglia di leggerezza 😜

Sopravvivere a San Valentino

Se sei fidanzato felice questo Dollypensiero non è per te, ma se sei fidanzato infelice o single credo tu possa dedidicarmi 5 minuti del tuo tempo. Come a Natale tutti si aspettano un dono sotto l’albero a San Valentino tutti si aspettano un segnale amoroso. C’e chi non ricevendo nulla si regala dei fiori, chi compra un manicaretto per cenare con il suo peloso, chi si strugge davanti al cel aspettando un segnale. C’è chi però starà peggio di così, si perché c’e un mondo di convenzionali accoppiati che vorrebbe essere con un’altra persona. A questi voglio dedicare i cinque minuti di riflessione. Queste persone pavide, perché se fossero state coraggiose starebbero con chi gli fa battere il cuore, passeranno la serata più romantica dell’anno a pensare ad un’altra persona che, in teoria stara’ soffrendo in egual misura, in pratica potrebbe andare a divertirsi. Non serve stare a casa a piangere in memoria di chi ha scelto di stare altrove. Quindi, se non avete un peloso ( male) su cui riversare il vostro affetto mi raccomando non riversatelo sul vasetto di nutella perché San Valentino passa ma i Kg restano.